Badoo: cos’è? Come funziona?

Nell’era dei social network e della socializzazione online, un passo in avanti rispetto ai classici Facebook eTwitter è rappresentato da Badoo, una vera e propria comunità online che permette agli utenti iscritti di comunicare, attraverso un sistema di chat istantaneo, con le persone che lo circondano ma con cui, in condizioni di vita reale, non avrebbe probabilmente mai interagito.

Badoo iscrizione e login

Badoo nasce nel 2006, nel periodo in cui si facevano sempre più fitti i rapporti tra il web e le persone in cerca di nuove amicizie, ed ha rappresentato una vera svolta nel mondo delle relazioni umane. A differenza dei social network, in cui si interagisce con persone soprattutto già conosciute, Badoo permette di allargare il proprio giro di amicizie in modo facile e veloce: i profili di uomini e donne, completi delle loro caratteristiche fisiche e dei loro interessi, scorrono nella homepage permettendo di scegliere con quali di loro avere un’interazione.

Ma non è finita qui: le foto del profilo infatti, potranno essere anche votate da chi viene a visitare la pagina in questione con la possibilità di esser commentate da tutti gli utenti, mentre il servizio di ricerca (non troppo avanzata) permette di trovare le persone più simili a noi o che rientrano maggiormente nei nostri gusti! Badoo, quindi, si pone come una via di mezzo tra un social network, e un sito di incontri e di appuntamenti.

Come iscriversi a Badoo

L’iscrizione a Badoo è molto semplice, ed è possibile effettuarla sia tramite Facebook che tramite nome e cognome, e questo è un bene perché non ci obbliga ad iscriverci ad alcun social per poter entrare nella community.

Una volta entrati con il classico metodo della conferma della mail (giusto per verificare se siamo noi) potremo iniziare a completare il nostro profilo, e a riempirlo di foto che nel caso siamo entrati con Facebook potremo prendere anche direttamente da lì.

C’è da dire che sono le foto a farla da padrone per gli iscritti Badoo, mentre i profili hanno spesso descrizioni striminzite (se ci sono) e anche le informazioni sono ridotte all’osso, e ci danno indicazioni sulla residenza della persona, aspetto fisico, se fuma e se beve e poco più. Insomma, gli utenti Badoo hanno spesso più voglia di mostrarsi in foto che non di scrivere qualcosa di sé.

C’è da dire anche che Badoo offre una sezione relativa alle fotografie private, che possono essere viste da chi è stato autorizzato, e solo da quegli utenti. Nei profili dei maschi spesso ci sono foto che lasciano ben poco all’immaginazione (foto esplicite) che non possono essere messe nella sezione pubblica perché violerebbero il regolamento.

Comunque, dobbiamo completare il profilo indicando anche il motivo per cui ci siamo iscritti, a scelta tra “Trovare l’amore”, “Fare amicizia” e “Chattare”; non si capisce molto bene la differenza tra le ultime due, soprattutto perché nelle ricerche non è possibile, né nella versione mobile, né in quella fissa, cercare gli utenti che sono sul sito per il nostro stesso scopo.

Badoo: come utilizzarlo

A Badoo, fondamentalmente, si può accedere in due modi: dal browser del computer o dall’app per smartphone, entrambi ovviamente gratuiti.

Badoo nasce come community per computer (è chiaro, è del 2006 mentre gli smartphone sono del 2007) ma ci sono delle differenze importanti tra le due applicazioni che, possiamo dire, si completano a vicenda.

Badoo per Computer

Nella versione per computer ci troviamo su un sito completo, ben realizzato, con la possibilità di impostare una serie di filtri di ricerca per i potenziali partner che ci interessano, filtri che sono tuttavia piuttosto blandi.

Comunque, abbiamo una bella pagina con tanti volti e potremo contattare le persone che ci interessano. Pagando (si, tra poco parliamo anche dei crediti) si può essere messi tra i “Vip”, che vengono mostrati sulla barra in alto (sul telefono è a sinistra) del sito: un’opzione un po’ inutile, perché i contatti arrivano, ma da tutta Italia, e per una persona di Milano essere contattata da una di Palermo significa avere problemi logistici non indifferenti.

Badoo Mobile

Nella versione per cellulari, chiaramente, le cose sono tutte un po’ ridotte, e se le opzioni alla fine sono le stesse ciò che cambia è la modalità di ricerca delle persone: sul computer abbiamo una ricerca “alla Lovepedia”, con i filtri, mentre sul cellulare il sistema è “alla Tinder”, con il gioco degli incontri.

Questo significa che sul cellulare passeranno davanti a noi una serie di foto a cui dovremo mettere un “mi piace” o un “non mi piace”, ma questo influirà ben poco sui contatti, perché comunque le ragazze o i ragazzi si possono contattare sempre, indipendentemente che abbiamo espresso la preferenza o no. Significa solo, insomma, far sapere loro che ci interessano, nulla di più.

Per il resto, Badoo Mobile è uguale a Badoo per computer, le differenze (grafica a parte) sono veramente minime.

I crediti Badoo

Ma per la serie “nessuno regala niente”, anche Badoo cerca ovviamente di monetizzare: lo fa con il sistema dei crediti, che sono una valuta virtuale (manco a dirlo acquistabile con valuta reale) con cui si possono fare una serie di cose aggiuntive.

Si può finire nella barra in alto, come abbiamo visto prima, ma si può anche essere visualizzati di più nel gioco degli incontri, si sale più in alto nei risultati di ricerca delle altre persone e possiamo chattare di più con gli altri iscritti, mentre a cose normali ci sono dei limiti.

A parte la chat, quindi, un sistema per farci vedere di più dagli altri, e che tra l’altro non serve nemmeno particolarmente: bisogna considerare che in un’app del genere non ci aspettiamo di essere contattati da cinquanta persone in un giorno che poi non sappiamo come gestire, ma è solo con il tempo e con la costanza che si possono conoscere le persone giuste o incontrare un buon numero di persone.

Conclusione

A proposito di Badoo, rispetto ad altri siti di dating online, bisogna dire che tutto è tendenzialmente molto più dinamico, soprattutto perché la community punta molto sull’avere tanti utenti, pochi dei quali paganti, che non sull’averne pochi, ma molti paganti: questo significa che le comunicazioni, alla fine, non mancano, così come siamo spinti a conoscere tante persone perché abbiamo troppe poche informazioni sugli altri per essere selettivi.

Questa troppa presenza di persone porta a far sì che spesso risulti difficile avere una risposta dai potenziali partner con cui ci mettiamo in contatto, e che sono letteralmente inondate di messaggi dagli altri, in particolare quando si parla di donne, visto che i maschi scrivono praticamente a tutte, nella speranza che qualcuna risponda.

Le conversazioni, pertanto, sono salvo rari casi telegrafiche, e si riducono a poche battute, se non addirittura al solo poter accedere alla sezione privata per vedere delle foto in più: una situazione un po’ triste, perché le persone che veramente hanno voglia di parlare sono piuttosto rare, su Badoo.

Dalla sua parte, però, c’è la forza del numero: tante persone che sono iscritte, delle quali sicuramente tante sono nella nostra zona, per cui con tanti contatti si riesce anche ad iniziare un rapporto più o meno profondo con qualcuna di loro: l’importante è non demordere e non scoraggiarsi, ma soprattutto non perdere tempo con i crediti: più volentieri, utilizziamolo affiancandolo ad altre community di incontri online.

Ti consiglio di leggere anche:

4 thoughts on “Badoo: cos’è? Come funziona?

  1. Premetto che mi sono iscritto a badoo come persona seria e abbastanza carina in cerca di una storia normale, e ho provato per un mese a chattare con educazione e galateo con ragazze in quel momento ON LINE. Nonostante cio’non e’stato possibile chattare con più di 2 ragazze. Questo significa che: 1: tentare di comunicare con una donna su badoo presenta lo stesso livello di difficoltà che devono affrontare gli scienziati in cerca di una ipotetica civilta’aliena. 2: quando finalmente inizi a chattare con una donna, e’come per un astronomo comunicare con la sonda voyager, che si trova ai confini del sistema solare: una volta inviato il messaggio, devi aspettare 10 minuti perché’ lo legga, poi altri 10 per ricevere la risposta. La risposta in genere, come per la voyager, arriva in codice binario, cioe’o arriva un si, o arriva un no. Se poi sono costrette a dare riposte piu’complesse si affidano al codice morse. 3: in conclusione: se dovessimo affidare la sopravvivenza della specie e la procreazione alle ragazze che si trovano su badoo, l’umanità non avrebbe speranza. Giorgio

    1. è evidente che questo “esperto” fà il tifo per dei siti piuttosto che per altri! ma senza nessuna motivazione concreta ! ma piuttosto clientelare! ne ho girati diversi , a parte che sono tutti a pagamento quando invece dite che ve ne sono di gratuiti! vorrei tanto che me li segnalate per bene! con un gioco delle trè carte chiedono tutti i soldi altrimenti non hai proprio niente!!! e poi cè anche il rischio con diversi che le inserzioni siano fasulle prodotte dai gestori per farti consumare i crediti!! quali sono quelli perlomeno corretti e gratuiti al 100/100 !!!! senza tanto clientelismo. ne stò cercando uno che perlomeno sia poco complicato nell’usarlo e per mè che sono un 60enne ancora molto attivo e libertino ma, che casino! tanto per rimanere in tema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *