Hashtag di Google plus: cosa sono? Come usarli correttamente?

Gli hashtag sono parole, espressioni o frasi precedute dal # (senza spazio) che aiutano gli utenti dei social network a rintracciare più facilmente gli argomenti di loro interesse: basta infatti un semplice click sull’hashtag che diventerà un vero e proprio link per una pagina che raccoglie tutti i post contenenti quest’ultimo.

Ad esempio l’hashtag #SerieA raggrupperà in questo modo tutti i post sul campionato di calcio di Serie A, l’hastag #vascorossi tutti i post legati al cantautore, piuttosto che #moonlight che raccoglie post con il tema tramonto.

Come usare gli Hastag su Google plus?

Non esiste una vera e propria regola sull’uso di hashtag: possono essere inseriti alla fine, all’inizio o nel post, magari al posto della semplice parola che si intende utilizzare in questo senso. E’ consigliato non eccedere onde evitare di rendere poco leggibile il post creato.

Come scegliere l’Hashtag giusto?

L’hashtag può essere creato dall’utente per creare continuità ed aggregazioni di specifici post (ad esempio PianetaSocial.it ha creato l’hashtag #GplusDaScoprire contenenti tutti le recensioni di pagine e profili interessanti di G+) oppure scelto dalla miriade di hashtag presenti su Google+.

In quest’ultimo caso come scegliere quelli più visitati?
Basta inserire nella barra di ricerca di G+ l’Hashtag che si vuole utilizzare preceduto da simbolo # ed il gioco è fatto. Se l’Hashtag in questione è molto utilizzato la pagina ad esso associata sarà piena di post aggiornati frequentemente.

Hashtag Google plus: come gestire quelli consigliati

Google Plus potrebbe inserire in automatico hashtag correlati al tuo post. Questi insieme agli eventuali scelti da te vengono nella parte superiore dei post, distinguendoli dai tuoi per il colore del testo (hashtag utente sono di colore grigio, mentre quelli proposti da G+ sono di colore blu).

Si possono rimuovere gli Hashtag correlati?
Si, post per post passando col cursore sull’hashtag da eliminare e cliccando sul simbolo X; oppure in maniera definitiva disattivando l’opzione “Aggiungi hashtag correlati di Google sui nuovi post che creo, presente nel menù impostazioni del tuo account.

Ti consiglio di leggere anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *