Come iscriversi a Facebook senza email?

Confronto Facebook Google+In questo articolo vogliamo parlare di una cosa molto particolare: come registrarsi su Facebook senza email.
Potrebbe sembrare una cosa un po’ assurda, visto che Facebook è un social network e comunque riversiamo informazioni personali sopra di esso, ma non è così: se vogliamo, per qualsiasi motivo, rimanere anonimi, fare un account di prova, entrare in un gruppo senza svelare la nostra identità, o anche se non abbiamo un indirizzo mail per qualsiasi motivo, ecco che esistono dei servizi che si chiamano email temporanee, o temporary email, che possono aiutare ad iscriversi al social, o ai social, senza utilizzare la casella principale che sarebbe poi invasa dallo spam. Non solo: la mail temporanea, una volta usata, scompare e non lascia traccia: sarà impossibile per chiunque tracciare le nostre attività.

Come registrarsi su Facebook senza mail: come funzionano le mail temporanee

Il funzionamento dei siti che offrono questo tipo di servizio è davvero semplicissimo. Quando arriviamo su uno di essi, troviamo un pulsante che permette di ottenere una mail temporanea che ci verrà data subito, senza registrazione. E’ funzionante, non ha limiti, se non il non poterla usare per rispondere, ed è a tempo. In alcuni casi dura pochi minuti, in altra qualche settimana, ma alla fine scompare, e nessuno ci potrà rintracciare.

Naturalmente, l’account Facebook continuerà ad essere attivo, solo che le mail che verranno inviate saranno perse nel nulla.

Di seguito alcuni esempi di servizi che consentono di avere una mail temporanea per questo scopo:

YopMail

Uno dei servizi più utili in questo senso è Yopmail, che è però una via di mezzo tra le mail temporanee vere e proprie e le caselle di posta elettronica spam. Sono caselle visibili da tutti, senza password, e si possono usare come mail spam (ATTENZIONE a non mettere mai dati personali!!!!) ma la mail di per sé non viene mai cancellata, anche se i messaggi si cancellano dopo otto giorni.

E’ utile per chi volesse una mail temporanea da utilizzare nel corso del tempo, e si può raggiungere da qui.

10MinuteMail

Questo servizio è uno dei più celebri, e consente di avere delle mail che durano appena 10 minuti di tempo, per poi essere cancellate, casella e mail, a meno che non la teniamo aperta sul browser.

Si raggiunge da qui ed è adattissima per un’iscrizione “e via”, ma 10 minuti forse sono troppo pochi per anche aspettare una mail di risposta da un servizio qualsiasi: forse è meglio optare per qualcosa di più duraturo, a meno che serva una cosa proprio immediata.

AirMail

Si tratta di un servizio che è una via di mezzo tra i due precedenti. AirMail mantiene le mail per 24 ore, e ci da la possibilità sia di registrarsi, tenendo quindi anche in seguito la casella temporanea che abbiamo creato, sia di non registrarsi lasciando che scompaia dopo 24 ore.

Se l’esigenza è quella di iscriversi a servizi velocemente, che dovremo usare per qualche ora, probabilmente è una delle soluzioni migliori. Ci si può accedere da questo indirizzo.

Blur

Questo non è un servizio solo di mail temporanee, ma genera addirittura numeri di telefono e carte di credito false, da utilizzare per i servizi che le richiedono (mese di prova gratuito?).

Però ovviamente frena l’entusiasmo: non è gratis. Costa 39 dollari all’anno, che non è una cifra altissima se se ne fa buon uso. Si accede da qui.

I contro delle mail temporanee

Purtroppo, non tutto è oro quello che brilla, e ci sono anche degli inconvenienti dell’utilizzare servizi di questo tipo: in alcuni casi, sono da escludere a priori (se c’è bisogno di conversare con qualcuno via mail non si possono usare perché non riceveremmo mai le risposte), e tutte le comunicazioni che vengono inviate per email, e soprattutto che richiedono una conferma mail, dopo la scadenza della casella non le avremo più a disposizione.

Uno dei problemi più grandi di questo tipo di servizio arriva nel caso in cui dovessimo recuperare la password, perché ce la siamo dimenticata o fosse a tempo, e la nuova ci fosse inviata per mail: in questo caso perderemmo inesorabilmente l’account e non potremmo più accedervi, in nessun modo (a meno che abbiamo lasciato il numero di telefono, ma allora perde tutto un po’ di senso…).

Le mail temporanee sono quindi una soluzione interessante, ma una buona alternativa (che evita gli inconvenienti) può essere quella di creare una mail per lo spam: quando ci si iscrive ad un servizio che non ci interessa, ci si iscrive con una mail del tipo mailspam@yahoo.it in cui entriamo solamente nel caso in cui ci vogliamo registrare ad un particolare servizio oppure quando dobbiamo recuperare una password.

Per il resto, non la consultiamo mai e le mail pubblicitarie rimarranno lì, a sedimentare, ma sempre a disposizione: se scegli questa soluzione, puoi dare un’occhiata alla nostra guida che ti spiega come creare un’email gratis.

Autore
PianetaSocial

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *