Guida a lovepedia

LovepediaL’amore, negli anni in cui si guarda più il nostro smartphone che i nostri parenti, in cui una cena con gli amici non giunge al termine se non si tirano fuori i telefoni e in cui i bambini iniziano prima ad usare Facebook, poi imparano a leggere, si trova su internet. Così, già da ormai molti anni sono nati i “siti di incontri”, la versione online delle vecchie agenzie matrimoniali che permettono a perfetti sconosciuti di incontrarsi.

Uno di questi siti è Lovepedia, raggiungibile all’indirizzo www.lovepedia.net (ma anche lovepedia.it va bene, perché rimanda allo stesso dominio), che rispetto ai tantissimi siti di dating online che si possono trovare in internet ha una particolarità unica, quella di essere completamente gratuito.

Questo sito infatti si finanzia non con un pagamento che permette agli utenti di contattare, scrivere, vedere i profili dei potenziali partner, ma su un ben più comune sistema di pubblicità online, che permette di far accedere tutti gli iscritti a tutte le funzioni fin dal primo momento: un bel modo per mettere a disposizione qualcosa, come l’amore, che dovrebbe essere più gratis di ogni altra cosa.

In questo articolo, visto che si tratta di un sito accessibile a tutti, andremo a scritto vere una guida passo-passo che ci porterà all’iscrizione al servizio, quindi a creare il nostro profilo e a iniziare a contattare gli iscritti che ci interessano.

Purtroppo, la garanzia di un lieto fine non possiamo darvela, nostro malgrado.

Lovepedia: iscrizione e primo login

La prima cosa da fare per iscriversi a Lovepedia è quella di entrare sul sito in questione, e già da qui vedremo l’estrema libertà che il protale offre ai suoi utenti: non c’è bisogno di iscriversi fin da subito, ma si possono cercare (senza iscruzione) gli iscritti e le iscritte, impostando i filtri che preferiamo nella ricerca, e si possono anche cercare i singoli profili, e visualizzarli. Una libertà assoluta.

Unica cosa impossibile è contattare gli altri iscritti, processo che richiede la registrazione, che tuttavia essendo completamente gratis ci fa capire come questo servizio sia molto più avanti rispetto ai suoi concorrenti.

In alto a destra possiamo vedere il pulsante Iscriviti, e cliccando su di esso potremo iscriverci al servizio indicando la nostra mail e i nostri dati, oltre ad una password. Al contempo possiamo (non dobbiamo) completare il nostro profilo, inserendo le informazioni su di noi e soprattutto le foto, che sono ciò che più interessa agli altri utenti perché in grado di visualizzarle a colpo d’occhio. Le foto aumentano molto le possibilità di contatto da parte degli altri.

Comunque, una volta terminato riceveremo una mail di conferma, tramite la quale, con un link, saremo ricondotti a Lovepedia dove per la prima volta possiamo inserire la nostra mail e la nostra password per effettuare il login. Molto semplice, quindi. Le volte successive che torneremo su Lovepedia, Login è il tasto che dovremo premere per entrare.

Come cercare il partner ideale

Lovepedia è molto ben strutturato nel suo motore di ricerca. Per prima cosa ci fa sapere quante persone sono online in quello specifico momento, poi ci permette di cercare gli iscritti in base al sesso, all’età e soprattutto alla zona geografica in cui risiedono: è difficile iniziare una storia d’amore a 400 chilometri di distanza dall’altro…

Un piccolo cerchietto verde ci permette di sapere se il partner è al momento online, e allora possiamo iniziare una Lovepedia Chat, altrimenti potremo inviare un più duraturo messaggio, che il contatto potrà leggere, e a cui potrà rispondere, con più calma.

Al di là degli utenti online, raggiungibili dall’apposita sezione in alto a destra, è però nella funzionalità di ricerca che Lovepedia da veramente il massimo: possiamo cercare a partire dalla nostra provincia di residenza, più o meno lontano; possiamo scegliere una serie di caratteristiche, come la ricerca degli iscritti con la foto e non senza, possiamo trovare solo utenti fumatori o bevitori (o non fumatori/bevitori) e poi possiamo cercare per altezza, per interessi e via dicendo…

Unica cosa a cui fare attenzione è l’ordine dei risultati di ricerca, che si possono organizzare dal piccolo menu che si trova a destra; consiglio di scegliere “Ordina per ultimo login”, visto che Lovepedia altrimenti trova anche iscritti del 2009/2010, che non si fanno vedere da anni, e sarebbe impossibile che quelle persone ci rispondano. Se non sono più entrate, forse loro un partner lo hanno trovato.

Possiamo così visitare il profilo degli iscritti che ci interessano, e ci sono molte donne rispetto ad altri siti: lo scopo di Lovepedia è principalmente quello di trovare l’amore, per cui in pochi (o, meglio, in poche) sono interessati alle relazioni occasionali, per le quali è meglio forse rivolgersi ad altri siti.

Lovepedia, opinioni e considerazioni

Personalmente, ho una grande stima di Lovepedia perché a me ha permesso di conoscere una persona, anni fa, con cui sono stato insieme per ben sei anni, per cui posso dire sulla mia pelle che il sito funziona.

C’è da dire che, purtroppo, è poco conosciuto dalle persone perché con il fatto di essere gratuito non si pubblicizza particolarmente (rispetto a concorrenti come Meetic, ad esempio, molto più celebre) e gli iscritti non sono tantissimi, anche se ce n’è un buon numero, comunque.

La possibilità di poter contattare e messaggiare con gli iscritti in modo illimitato permette di conoscere piuttosto bene una persona prima di passare all’incontro reale, anche senza passare alla sfera del più “personale” come lo scambiarsi i contatti di Facebook, o i numeri di telefono, fin da subito (cosa che spesso succede, su altri siti); è molto particolareggiato e si può quasi cercare la “donna perfetta” (o l’uomo perfetto, dipende dai gusti) per noi, senza centinaia di incontri casuali a non finire che ci mettono in contatto con chissà chi e che possono essere evitati solo con una cospicua somma di denaro.

Lovepedia, da questo punto di vista, è piano di pubblicità e ogni tanto qualche clic non farebbe male, giusto per dare supporto ad un servizio che non paghiamo in nessun modo; per supportare in modo ancora più concreto, poi, possiamo donare un euro e sessantasei (davvero!) al mese per togliere tutta la pubblicità. Sono così carini che non possiamo non darglieli…

Infine, è da notare che non esiste un’app Lovepedia mobile, nonostante sia possibile raggiungere il sito dai browser dei cellulari. Una mancanza non essenziale, anzi forse una fortuna considerando che in questo modo si evita l’iscrizione di persone che cercano qualcosa di troppo rapido, come si conviene ad un cellulare. Una carenza si, ma di cui la mancanza non si sente.

Se quindi state cercando l’amore, e soprattutto ritenete che l’amore vada cercato gratis, potete utilizzare Lovepedia per avere un ottimo punto di partenza: non è frequentatissimo, e questo forse è il difetto peggiore, ma è uno dei migliori siti di incontri online in assoluto. Da provare.

Ti consiglio di leggere anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *