Gestire le pagine Facebook con pagemodo

Facebook con le sue pagine fan è la piattaforma ideale per iniziative pubblicitarie e presentazioni di prodotti. Ciò però presenta un solo difetto, la facilità nel cadere nell’ignoto e nel dimenticatoio. In soccorso arriva Pagemodo, con l’obiettivo di presentare con innovazione e singolarità le pagine fan del Social Network, invogliando “Mi piace” e commenti.

Pagemodo è un servizio gratuito che offre la creazione e la modifica delle pagine di Facebook, in modo accattivante e originale, così da renderle “fuori dagli schemi” del Social Network, facendole diventare più appetibili al pubblico. Pagemodo offre questo senza che l’utente abbia, di per sé, un’adeguata conoscenza dei codici di programmazione, quindi rendendo il servizio disponibile davvero a tutti e a costi zero.

I servizi di Pagemodo sono a costo zero per gli utenti meno esigenti e per quelli che richiedono il servizio per una singola pagina di Facebook e che non desiderano post programmati (la possibilità è solo di uno al giorno), cosa diversa avviene per chi ha un’attività professionale o è un rivenditore e che quindi – molto spesso – ha più di una pagina fan. In questi casi Pagemodo offre 3 diversi “abbonamenti”:

6,25 $/mese: per uso personale ma più ambizioso, una singola pagina fan, nessun piè di pagina di Pagemodo, post programmati illimitati, maggiore assistenza e ben 3 schede personalizzate;

13,25 $/mese: per attività professionali, fino a 3 pagine fan, nessun piè di pagina Pagemodo, post programmati illimitati, maggior assistenza, schede personalizzate illimitate, filtri “Mi Piace”, Google Analytics e Modelli Pro.

33,25 $/mese: per rivenditori, pagine fan illimitate, nessun piè di pagina Pagemodo, post programmati illimitati, maggiore assistenza, schede personalizzate illimitate, filtri “Mi Piace”, Google Analytics e Modelli Pro.

L’iscrizione a Pagemodo è semplicissima, basterà semplicemente autorizzare Pagemodo di utilizzare il proprio account Facebook attraverso il login presente nella pagina iniziale, che richiede proprio il log attraverso Facebook. Poi da lì, Pagemodo caricherà le proprie pagine, per poterle poi presentare e ricreare in modo innovativo e di maggior impatto.

Autore
Antonino Vento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *