Shorten URL: come crearli?

Sicuramente leggendo dei posti avrai visto dei link curiosi, molto corti che cliccandoli ti rimandano ad una pagina web con un indirizzo comprensibili: questi link si chiamano shorten url.
Cosa si intende per “shorten url” e quali sono i vantaggi che esso consente? Quali sono i principali operatori che offrono questo servizio?

Lo “shorten url” è un indirizzo internet semplificato ed abbreviato rispetto a quanto potrebbe comparire sulla barra degli indirizzi; esso permette inoltre di poter monitorare i collegamenti al proprio sito anche in assenza di strumenti per le statistiche dei click.

Esistono molti servizi per la fornitura di shorten url; i principali sono però certamente quelli forniti da Google (go.gl), Bitly (bitly.com) e Owly (ow.ly).

Goo.gl

Il servizio di Google è forse quello più noto, anche perchè spesso viene utilizzato in automatico da Google stesso, come avviene per esempio nell’archiviazione delle immagini sul servizio di condivisione file del sito. Come specifica però lo stesso Google, gli indirizzi shorten url go.gl sono pubblici, e possono quindi essere visualizzati da chiunque; lo stesso discorso vale per le statistiche relative ai click della pagina corrispondente.

Bit.ly

Bitly e gli url dell’americana bitly.com evidenziano in particola modo le possibilità offerte dagli shorten url per l’utilizzo sui social network e nelle comunicazioni rapide (come quelle della messaggistica istantanea). Infatti l’utilizzo di un indirizzo abbreviato rappresenta un vantaggio per gli spazi ridotti di comunicazione che questi mezzi portano con sè e sono inoltre più facilmente memorizzabili e trascrivibili da parte degli utenti.

Ow.ly

Owly, con ow.ly fa della facilità di accesso il proprio punto di forza. E’ stato strutturato per l’utilizzo in particolare con i social network come Twitter , ma non esclude la possibilità di utilizzo per ogni tipo di sito internet.

Quale servizio di shorten url scegliere?

Se agli albori di questo tipo di servizio Goggle era il leader del settore, ora in pratica ogni servizio di shorten url offre pressochè le stesse possibilità. Il consiglio migliore per chi volesse utilizzare questa possibilità è quello di testare servizi diversi fino a trovare quello che più si addice alle proprie esigenze.

E’ da tenere in considerazione che molti di questi servizi offrono anche app dedicate perfette per l’utilizzo sugli smartphone o in mobilità; inoltre esistono anche estensioni da installzre direttamente sul prorio browser internet, come quelle pensate per Firefox o per Google Chrome (che ovviamente consiglia ai propri utenti l’uso di go.gl).

Una curiosità: anche se gli shorten url stanno conoscendo solo ora una larga diffusione, essi sono disponibili per un utilizzo efficace e diffuso da almeno sei anni, ma come abbiamo detto, l’uso di massa si sta diffondendo solo ora, anche grazie alla penetrazione sempre più capillare dei social network come Twitter, che necessitano di una scrittura il più stringata possibile.

Autore
Antonino Vento
Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *