Come usare icloud

In questa guida capiremo come utilizzare il servizio iCloud di Apple, servizio cloud che ci permette di immagazzinare i nostri file nei server Apple e di averli a disposizione in ogni momento, ma anche di salvare “sulla nuvola” impostazioni e salvataggi delle singole app che abbiamo su iPhone, iPad e Mac.

Ci occuperemo quindi dell’impostazione di iCloud e del suo utilizzo sia su dispositivi mobile (iPhone e iPad) che su Mac e PC.

Da notare che alcuni dati possono essere memorizzati su iCloud, ma non si possono vedere: l’esempio più tipico sono i backup di Whatsapp, che vengono salvati sul servizio cloud di Apple ma non si vedono mai, a meno che andiamo a recuperarli direttamente dall’app Whatsapp. Per cui, se qualcosa che avete salvato su iCloud poi non compare, non preoccupatevi: c’è.

Come usare iCloud da iPhone e iPad

Per quanto riguarda i dispositivi mobile, iCloud è disponibile solamente per iPhone e iPad, perché Apple non ha attivato la possibilità di utilizzarlo su dispositivi Android o Windows in versione Mobile.

La richiesta di attivazione di iCloud sugli iPhone e sugli iPad di solito avviene appena si accende il dispositivo per la prima volta, ma se ce la fossimo persa è possibile attivarla in un secondo momento in questo modo:

  • Entriamo nell’app Impostazioni di iPhone e iPad, e scorriamo cercando la scheda iCloud. Qui potremo attivarlo, dopo aver inserito la mail e la password del nostro Apple ID (solo la prima volta che lo facciamo).

IPAD 1 (dove c’è scritto valerio guiggi)

  • Quando saremo entrati all’interno, potremo decidere quali servizi dovranno essere sincronizzati con la nuvola, attraverso i vari pulsanti disponibili; scegliamo quelli che ci interessa vengono messi su internet (e su un altro iPhone/iPad/Mac, se lo abbiamo) e evitiamo di mettere gli altri. Particolare attenzione facciamo con le Foto, che potrebbero occupare tantissimo spazio.
  • Per usare lo spazio cloud come una cartella, invece, abbiamo bisogno di iCloud Drive, che è la prima voce dell’elenco. Entriamo all’interno e attiviamo questo servizio, facendo attenzione ad attivare anche la voce Mostra nella schermata Home.

IPAD 2 (dove c’è cut the rope, documents ecc.)

  • Tornando quindi nella schermata principale del dispositivo troveremo l’icona iCloud Drive, che potremo aprire trovando così tutti i file che le altre app mettono su questo servizio, o che vengono messi dal computer. Da notare che all’inizio la cartella sarà vuota, ma che man mano che le singole app (Pages, Numbers, Keynote, Word, Excel, Pixelmator e tutte le altre compatibili) metteranno file su iCloud le ritroveremo qui, in questa cartella. In alternativa possiamo inserire file da computer, e vedremo dopo come.

IPAD 3 (dove c’è l’icona icloud drive)

A questo punto non resta che utilizzare le singole app ed attivare le impostazioni iCloud su ognuna di esse per poter iniziare ad inserire i file da iPhone e iPad.

IPAD 4 (dove ci sono i documenti pages)

Come utilizzare iCloud da browser

Per alcune funzioni, iCloud Drive per mettere file non serve, ed è necessario utilizzare il servizio iCloud dal browser del computer: questo è utile perché permette di fare una serie di cose altrimenti non accessibili da nessun’altra parte.

Tra le altre cose, da qui si può accedere a contatti, calendari, promemoria, Trova il mio iPhone e altre cose ancora, tra cui si possono utilizzare le web-app di Pages, Numbers e Keynote che a cose normali sono utilizzabili solo su dispositivi Apple, oltre che da qui.

Per entrare in questa sezione del sito ed utilizzare le varie funzioni è sufficiente accedere al sito iCloud.com ed effettuare il login con il nostro Apple ID. Sarà così possibile utilizzare le varie funzioni messe a disposizione da iCloud, e (utilizzando iCloud Drive) accedere da qualsiasi computer ai file che si trovano sulla nuvola.

i0

Come utilizzare iCloud da computer

Per utilizzare iCloud da PC, per prima cosa bisogna scaricare l’applicazione. Sui Mac si trova già integrata ed è sufficiente aprirla, mentre su Windows bisogna scaricarla da questa pagina.

  • Una volta scaricato il programma ed installato, bisogna eseguire il login con il nostro Apple ID, come abbiamo fatto prima.

i1

  • Si aprirà quindi una finestra che permetterà di sincronizzare alcune cose tra i dispositivi e il computer. Tra queste ci sono i segnalibri del browser, le Foto (attenzione allo spazio!), e poi le opzioni relative alla posta elettronica ed iCloud Drive, che è l’unica voce obbligatoria per poter usare iCloud anche da computer, come dagli altri dispositivi. Per i segnalibri si può scegliere anche i browser con cui vogliamo siano sincronizzati, cliccando su “opzioni” a fianco di “segnalibri”: io ho scelto Chrome. Proseguiamo una volta scelto ciò che vogliamo sincronizzare utilizzando il pulsante “Applica”.

i2

  • A questo punto, entrando in Esplora Risorse nella nostra cartella personale (dove si trovano anche Documenti, Immagini, Musica, ecc.), troveremo una nuova cartella che si chiama iCloud Drive. Entrando in questa cartella troveremo tutte le cartelle che avevamo visto prima dal dispositivo mobile, e al loro interno tutti i file: possiamo aggiungerli, se vogliamo, dal computer e li ritroveremo rapidamente nell’app iCloud Drive di iPhone e iPad. Da notare che se tutti i file non compaiono subito dopo l’installazione, bisogna aspettare qualche ora, perché devono essere scaricati dal server iCloud e solo in un secondo momento compariranno.

ATTENZIONE: Se cancellate un file da iCloud Drive, verrà cancellato da qualsiasi altra app che sia sincronizzata, su qualsiasi dispositivo. Quando cancellate qualcosa fate ben attenzione che non vi serva più: lo dico perché ho perso vari documenti importanti in questo modo!

i3

In questo modo, quindi, abbiamo finalmente impostato iCloud su tutti i nostri dispositivi, e ci siamo garantiti l’accesso a tutti i nostri file tanto da iPhone e iPad, quanto dal computer. Alcune app di terze parti, poi, possono utilizzare iCloud anche per conto proprio (Documents di Readdle per iOS, ad esempio, o la stessa suite Office), e qualcosa è anche disponibile per Android o Linux, ma sono sempre cose non ufficiali che potrebbero provocare qualche tipo di errore.

Per il momento l’unico modo “salvo” per accedere ad iCloud da qualsiasi dispositivo senza limitazioni è quello di accedere da browser, con la procedura che abbiamo visto prima, che è efficace, anche se in generale un po’ limitata.

PS: Se non foste in grado di accedere ad iCloud dai dispositivi mobile, è sufficiente usare la funzione “Richiedi sito Desktop” presente in tutti i browser mobile. A quel punto riuscirete ad accedervi esattamente come da computer.

Autore
PianetaSocial

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.